Blog di Libero Pensiero

STA ARRIVANDO L’APOCALISSE E NON HO NIENTE DA METTERMI

Se le Parche esistessero veramente come ci giudicherebbero? E soprattutto quale sarebbe il loro compito oggi?
In una società che va sempre di più a rotoli, molti si preoccupano di non avere le rughe.
D’altro canto se l’uomo è prossimo alla catastrofe, neanche gli Dei se la passano tanto bene.
Una divertente disamina sulla “dipartita” dell’uomo e della donna moderni.

Protagoniste sono le tre Parche, antiche divinità romane, o Moire in Grecia, che fungevano da destino, simbolicamente tessendo la vita: Cloto ‘filava’ la vita, Lachesi ‘fissava’ la sorte, Atropo recideva il filo. Hanno l’incarico di avvertire e preparare la gente riguardo a un’imminente apocalisse. In questo periodo storico, però, anche le Parche non godono di buona salute: Cloto è stressata, Atropo è depressa, Lachesi soffre di iperattività compulsiva.
Si ritrovano così ad affrontare uno spaccato d’umanità che sembra non voler capire la gravità della situazione, personaggi che invece di preoccuparsi della propria imminente fine, vengono sopraffatti da pensieri stupidi e da banali situazioni personali.
Lo spettacolo si dipana in una serie di monologhi, comici e tragicomici a tratti surreali, ma di intensa satira sociale. L’attrice e autrice incarna i vari personaggi, passando da una sofferente Desdemona, a cui viene data finalmente la parola, presa ad esempio per tutte le donne che subiscono le violenze da parte del proprio uomo, quello che ormai tristemente viene definito ‘femminicidio’, a un’incredula parlamentare molto vicina alla Santanché, dalla venditrice di Vergogna alla single con tre figli a carico, dalle tre Parche alla teologa, e così di seguito, attraversando il racconto di situazio paradossali e ironiche, specchio di una certa realtà contemporanea che mette in risalto il lato narcisista e autoreferenziale contemporanei

 

MARISA MIRITELLO

Marisa Miritello vive e lavora a Milano. Diplomata alla scuola del Piccolo Teatro (ora Paolo Grassi) di Milano, inizia la sua carriera di attrice con Dario Fo, partecipando a diversi suoi spettacoli, e prosegue collaborando, tra gli altri, con Maurizio Scaparro, Gabriele Salvatores, Andrèe Ruth Shammah.
Inoltre, in qualità di mima-attrice, prende parte a diverse rappresentazioni di opere liriche presso il Teatro alla Scala di Milano, lavorando tra gli altri con Giorgio Streheler, Luca Ronconi, Giorgio Pressburgher, Bob Wilson.
Nel frattempo coltiva la sua passione per la scrittura, diventando autrice di monologhi e spettacoli teatrali soprattutto comici. Ancora giovanissima (1994), vince il premio per il testo più originale nel Concorso nazionale ‘Cabaret Amore Mio’ di Grottammare, diventato ormai storica vetrina per giovani attori e autori comici. Grazie a questo premio è spesso ospite del programma televisivo Maurizio Costanzo Show, dove propone alcuni suoi brevi pezzi recitati. Per passione, oltre ad essere attrice e insegnante di recitazione, conduce laboratori di teatroterapia e counseling, collaborando con diverse associazioni.

 

Ore 19.30 cena: Stuzzichini “Liberopensiero”, Crespella al radicchio, Orecchiette alle briciole e profumo di agrumi, Punta ripiena con  Contorni di stagione, Torta “Cheesecake di Antonio”, Acqua, vino, caffè

solo cena € 17

menù + spettacolo € 23

omaggio floreale


« Blog